cinemainfamiglia.net > Y-W > World Trade Center

World Trade Center

 Salvatore Mussari    Giovanni De Marchi     

titolo originale: World Trade Center

di Oliver Stone, con Nicolas Cage, Michael Pena, Maria Bello, Maggie Gyllenhaal - drammatico - USA - 2006 - 125'

Dopo l'attacco alle torri gemelle, due agenti della Port Authority, rimangono sotto le macerie. L'ultima fatica di Oliver Stone si discosta dalla sua cinematografia di accusa della società americana e non si orienta neppure verso una scontata denuncia del terrorismo islamico attraverso effetti speciali. La storia vera dei due poliziotti rimasti intrappolati sotto il World Trade Center rivela allo spettatore la dimensione umana, la sfera privata che incontra inspiegabilmente la tragedia. Ne deriva un film senza colpi di scena, addirittura lento in molti tratti, con un Nicolas Cage che non riesce a dare spessore neanche questa volta al ruolo che interpreta, ma che colpisce per la capacità di descrivere senza eccessivo spirito patriottico la dimensione degli affetti e delle relazioni umane troncate dopo l'11 settembre 2001. Per l'aspetto angosciante di alcune scene si sconsiglia la visione in presenza di bambini. (Salvatore Mussari) 

11 settembre 2001: due poliziotti restano sepolti tra le macerie del crollo delle Twin Towers. Mentre cercano di sopravvivere, vengono provvidenzialmente identificati e portati in salvo, dopo grandi sofferenze ed eroiche fatiche. Un film del tutto inatteso da parte di Oliver Stone, regista normalmente iper-ideologizzato. Tra i punti a favore si possono segnalare, tra l’altro, la sobrietà della narrazione, pur nei suoi momenti più drammatici; l’assenza totale di spunti politici (l’attacco alle Torri Gemelle è un pretesto, ma potrebbe anche trat-tarsi di una miniera e poco cambierebbe: al regista interessano le storie individuali); lo sviluppo parallelo delle storie dei due protagonisti e delle rispettive famiglie, nonché delle problematiche sottese alla loro normale esistenza; il senso anche religioso che traspare in alcune sequenze. Viene quasi da pensare che, se John Ford o qualche altro monumento del cinema americano d’un tempo avesse voluto girare un film su questa tragedia, sottolineando gli ideali classici di Dio-Patria-Famiglia, l’avrebbe fatto come Stone: e, vi assicuro, è un gran complimento. (Giovanni De Marchi) 

TEMI DI DISCUSSIONE: eroismo quotidiano, vita famigliare nelle tragedie.

 

 

   

 

    

   

   

Violenza
Tensione
Umorismo
Dialoghi
Volgari
Nudità
Sesso esplicito
Comportam.
diseducativi
 Possibilità
discussione
Età consigliata

violenza - tensione ** umorismo - dialoghi volgari - nudità/sesso esplicito - comportamenti diseducativi - possibilità discussione ** età consigliata 12 VOTO 7 VOTO 8